Matti_AZZANNA la vittoria!

Il trittico settimanale si conclude con la serie “cadettaF3MP.

Una serie frizzante, fresca, giovane ed esperta allo stesso tempo. Una fucina di piloti veloci ma acerbi, e meno veloci ma esperti.

Le Qualifiche scorrono senza troppi fronzoli. Heinrich, rampante pilota RedBull, che ha negli ultimi giorni alimentato polemiche con alcuni piloti del Circus F3MP, con una prova magistrale ottiene una super pole, zittendo tutti e salendo in cattedra. Giovy_1006, rivale di “lattina” in ToroRosso, è staccato di circa mezzo secondo. Il pilota Catanese vuol far capire subito che ci sarà da lottare per il titolo Opening. Segue la prima Mercedes di Markill, mentre “solo” quarto Mattiazano, promettente cavallino della Rossa di Maranello.
In 5^ posizione la seconda Mercedes di Aldo, affiancata dalla wild card Alexdeejay, dimostratasi velocissima e scalpitante in caso di defaillance di qualche driver.
In quarta fila scattano la Ferrari di Stifhyler e la Williams di Lunadix, con una buonissima Q nonostante il cambio “componenti” (volante, ndr) di pochissimi giorni prima. Chiudono le prime 10 posizioni la Renault di Cioccoedo, esordiente della SB7 Racing Academy, e Senzapaura, esperto pilota già nel giro FMP nel “lontano” 2017.

F3MP Qualifiche Australia

Gara che si preannuncia asciutta, nonostante i nuvoloni. Tutti i piloti nelle prime 10 posizioni montano le gomme soft, obbligandosi ad una strategia che par obbligata.

Si parte forte con la Ferrari di Mattiazano protagonista di un ottimo spunto, alle calcagna di Heinrich con intenzioni di fuga. Giovy, di contro, si vede sfilare da diverse auto causa partenza da dimenticare e un contatto che lo costringe ai box al primo giro, assieme a Peppewan e Cioccoedo.

Heinrich, dopo aver resistito inizialmente, si fa sfilare da Zano, ma rischia di buttare tutto alle ortiche quando si gira, andando a scaldare le sue gomme. Rientro ai box per lui, Stifhyler si porta in 3^ posizione seguito dal duo McLaren Bafuggi/Ayrton, che grazie ad un ottimo passo fa si che i due esperti piloti si trovino in zona punti “pesanti”. Segue Lunadix. Giovy, invece, cerca una difficile risalita, andando a galleggiare tra posizioni meno nobili di classifica.
Grazie al valzer dei pit stop Heinrich si riporta in seconda posizione, seguito da Markill e sempre dal duo Bafuggi/Ayrton. Tattica molto particolare delle due McLaren che rimangono fuori per troppo tempo, con gomme molto usurate e rischiando di veder compromesso l’ottimo lavoro fin qui fatto. Tant’è che Bafuggi, causa 3 giri extra senza rientrare, dopo il pit si trova , mentre Ayrton ritrova il posto.

Il Gran Premio si ravviva nella fase di gara che vede coinvolte le auto di Senzapaura, Stifhyler e Aldo.
Dopo diversi giri, in cui i piloti si studiano, Senzapaura si vede sfilare da entrambi, anche per una mescola ormai andata e una rottura flap che lo costringe all’ingresso ai box. Da li inizia il duello per la quarta posizione. Aldo, al giro 24, rompe gli indugi e tenta il sorpasso.
Sorpasso che avviene, ma viene vanificato dal successivo tamponamento di Stifhyler che canna la frenata andando a compromette la gara del pilota Mercedes.

Il momento del contatto in fase di frenata tra StifHyler e Aldo86, che vede compromettere la gara di entrambi.

Anche il pilota Ferrari è costretto ai box, assieme ad Aldo, permettendo a Giovy di recuperare la quinta posizione, e a Bafuggi di prendere un 6° posto ormai insperato dopo l’harakiri della sosta tardiva.
Ultimi giri senza particolari emozioni (da ricordare un sorpasso di Senzapaura su Cioccoedo, con gomme alla frutta) e prima vittoria iridata e in FMP ITALIA per Mattiazano, che conclude con calma olimpica una gara dominata (quasi) totalmente.

F3MP Gara Australia

Heinrich non nasconde l’amarezza, ma lancia già il guanto di sfida per le prossime gare.

Ne vedremo sicuramente delle belle!