Un brevetto conferma la presenza di un particolare SSD creato appositamente per PlayStation 5

Nonostante l’assenza di Sony all’imminente E3 2019 di Los Angeles, sul web continuano a circolare rumor e nuove informazioni su PlayStation 5, console next-gen che vanterà la piena retrocompatibilità multiplayer con i titoli PlayStation 4. Un utente del forum di ResetEra, infatti, ha scovato un brevetto depositato nel 2016 dal marchio giapponese che parrebbe confermare la presenza di un SSD ultraveloce su PlayStation 5.

Affinchè la futura console Sony potesse dimezzare i tempi di caricamento e superare alcune limitazioni, gli ingegneri nipponici hanno dovuto sviluppare una particolare unità di memoria a stato solido: PlayStation 5, dunque, monterà un SSD creato appositamente che garantirà prestazioni superiori rispetto a uno generico presente attualmente su PC. Stando a quanto riportato dal presunto brevetto, l’unità di lettura dell’SSD sarà “espansa e unificata” per operazioni di lettura più efficienti e accoglierà una CPU secondaria, un DMAC e un acceleratore hardware dedicati alla decodifica e alla decompressione di dati. Inoltre, per assicurare un rendimento nettamente superiore al normale e una minore latenza, PlayStation 5 utilizzerà una memoria SRAM invece di una comune DRAM. L’utente, infine, ha affermato che questa particolare tipologia di SSD non sarà necessariamente una soluzione adottata su PlayStation 5 ma è un’idea di come Sony stia studiando questo componente per sostenere installazioni più rapide e una velocità di lettura più elevata.